Motocicletten – Guida all’acquisto

motocicletten

Ben ritrovati e Buon Giollo a tutti

Cari  lettori e lettrici dei miei sproloqui, benvenuti a una nuova puntata di Motocicletten. In questa sezione raccoglierò tutte le mie esperienze, emozioni, sensazioni e consigli legati al mondo delle due ruote.

Oggi ho intenzione di darvi qualche dritta non richiesta per affrontare il fatidico momento dell’acquisto della prima moto. Nel caso invece abbiate già una moto e volete cambiarla, potreste trovare interessante lo stesso ciò che andrò a raccontare…forse.

Tutti coloro che si sono avvicinati al mondo delle motociclette hanno dovuto affrontare questo momento drammatico. Per alcuni la scelta è semplice, per altri no e per alcuni è un vero e proprio percorso che si svilupperà nel tempo. Calmi, che poi mi spiego meglio.

Per me è stato un percorso. Ho cominciato da ragazzetto con la Vespa 125 di mio babbo e sono poi passato alle vere e proprie moto quando alcuni amici hanno iniziato ad andarci. Essendo afflitto da un complesso di inferiorità non da poco, all’epoca, decisi che anche io dovevo avere una moto.
Per la cronaca: la Vespa la uso tutt’oggi, non sia mai che l’abbandoni.

Non so, era un misto tra: “voglio la moto per fare il figo con le tipe” e “voglio la moto perché altrimenti mi sento fuori dal giro”. Patetico.

Grazie al cielo, una volta appoggiate le mie imponenti natiche su di una sella e iniziando a macinare i primi Km ecco che sentii crescere in me una sensazione nuova, anche perché di tipe con cui sboroneggiare non ce n’erano.
Man mano che iniziavo a prendere confidenza col mezzo e man mano che mi ritrovavo in solitaria a scoprire le zone circostanti ho capito perché volevo la moto. Perché ? Perché era bello prendersene cura; perché era bello partire la Domenica mattina e tornare al pomeriggio e perché era bellissimo attaccare bottone con sconosciuti e condividerne le esperienze. Per me è stato così. Mi sono innamorato di questo mondo semplicemente buttandomici dentro a capofitto, senza sapere cos’era una piega o una staccata.  Onestamente sulla staccata sono ancora un po incerto…ma va bene così.

Ora, miei cari, vediamo un po il dà farsi

La prima cosa da avere è la Pecunia, purtroppo. Senza un fondo di partenza non si va molto in là. Ma si, certo, ora puoi comprarti tutto a rate, persino l’assicurazione. Secondo il mio modestissimo parere però, sarebbe meglio avere qualcosina pronto all’uso. Anche solo per pagare un anticipo sull’acquisto del mezzo. Ve lo dice uno che a rate ci ha comprato di tutto. Anche la Wii…
Ovvio che non ne vado molto fiero, soprattutto quando lo stipendio ti si riduce del 95% il giorno dopo che ti è entrato in banca, ma gira voce che si debba imparare dai propri errori e quindi eccomi qua al corso di recupero.

Storie strappalacrime a parte, ho imparato che non servono solo i dindini per comprare la moto, ma ne servono anche per il casco, la giacca con le protezioni, accessori e quant’altro.

Per favore non andate in moto coi mocassini…o peggio, con le infradito.

Purtroppo ogni tanto vedo gente così per strada, così come ne vedo in bermuda o pantaloncini. Non voglio giudicare il tuo stile ma, amico mio, se voli per terra rischierai di fare l’aperitivo al centro grandi ustionati mentre ti innestano della pelle di maiale…Scherzi a parte, il mio consiglio è: se avete risparmiato sul mezzo NON risparmiate sull’abbigliamento giusto. Può salvarvi la vita.

Arriviamo al punto fondamentale. Cosa scegliere ?

Premetto che è impossibile fare di tutta l’erba un fascio, dunque partiamo dal presupposto che la moto è un mezzo di trasporto e il suo scopo principale è scarrozzare la vostra persona di qua e di là. Detto questo a meno che voi non siate il Max Biaggi della situazione o un poser a cui importa solo di avere un bell’oggetto che metta in risalto il suo fisico statuario, dovrete capire bene che uso farne, della moto. Senza paura di sembrare degli sfigati, senza dare peso a ciò che dicono gli altri dovreste porvi alcuni quesiti:

Volete farci delle passeggiate con la morosa?
Volete usarla tutti i giorni?
Volete farci del fuori strada?
Volete tenerla in soggiorno per mostrarla agli amici?
Esiste qualcuno così pazzo? Si.

Come vedete gli utilizzi sono molteplici e per tutte le esigenze. Io mi sono sempre basato sul tipo di utilizzo, anche perché sono dell’idea che se una cosa non la usi, tanto vale non averla (con le dovute eccezioni, ovvio!).
Tanto per capirci io ho iniziato con un Honda FMX Super Cesso Deluxe 650cc. Penso che in Italia l’avremo acquistata in 12. Moto carina, una specie di Super Motard che di Super non aveva proprio niente. Però costava poco. Davvero poco. Non me la sento di denigrarla oltre perché con ella ho imparato a girare in moto. Anche se non superavo mai i 100 all’ora ci ho fatto 6 mesi sempre in sella, tutti i giorni. Dopo sono passato al Ducati Monster 695 del 2004. L’ultimo prima del restyling. Non era un gran periodo per la Ducati quello e quando parlavo con qualcuno la risposta era di solito: “ah si, il Monster…ma non perde i pezzi?” Insomma, che dir si voglia, io con quella moto ci ho fatto di tutto. Me la sono davvero goduta. Ci ho fatto le corse con alcuni amici, un paio di incidenti e non mi ha mai abbandonato. Non ha mai avuto un problema e non mi ha mai deluso. Dopo 3 anni di relazione stabile ho però tradito la sua fiducia. In un periodo di crisi finanziaria osceno, mi sono costretto a venderla per saldare alcuni debiti ma mentre piangevo come un bambino, quando il nuovo proprietario è venuto a prenderla, ecco che mio padre si ammorbidisce e mi porta alla Harley Davidson. Ne sono uscito con 4 anni di rate e uno Sportster Custom 883. Grazie Papà.
Il resto è storia. Dopo 5 anni in cui l’ho massacrata per bene, l’ho cambiata per un Dyna Street Bob 1595 e ora sono in pace. Ho quasi raggiunto il Nirvana.

Ho detto quasi perché non sono mai pari e la voglia di provare qualcosa di nuovo ce l’ho sempre. Poi mi faccio un esame di coscienza (soprattutto un esame del portafogli) e mi rendo conto che sono grato a me stesso di ciò che ho.
Leggendo le mie parole potrà sembrare tutto facile ma non lasciatevi ingannare. Avere la moto, a meno che non siate Paperon dé Paperoni, significa fare dei sacrifici e avere tanta pazienza. Magari vi dovrete accontentare di girare su qualche trattore risalente al Generale Caster e poi chi lo sa? Le occasioni sono sempre dietro l’angolo e nella vita non si sa mai.

Concludo dicendo: se avete dei dubbi sull’acquisto della vostra moto, parlatene con i vostri amici, soprattutto con chi ha più esperienza di voi ma ricordatevi che è il vostro culo a doverci salire sopra, quindi lasciarsi trasportare dal cuore può essere la mossa vincente.

Baci e abbracci…

logotullio

Tullio

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...