Brutta giornata

Oltre alla commozione e alla tristezza per i morti di ieri sera, da stamattina si è aggiunto anche il superamento del limite di sopportazione per la (ormai) quotidiana xenofobia mista ad ignoranza che prende il posto della paura che proviamo, quando accadono fatti come questi.

Non sono un grande fenomeno ma due cose vorrei dirle a tutti sti frignetta:

Gne gne gne…se vengono qui devono rispettare le nostre regole!!! …gne gne gne…

Tra il 1890 e il 1945 siamo andati in alcuni paesi, che manco sapete dove sono, perché abbiamo deciso che sarebbero diventati nostri. Perché ? Perché eravamo (e un po’ lo siamo ancora) afflitti dalla sindrome del “ce l’abbiamo corto” e dovevamo compensare, per far vedere alle VERE potenze coloniali che noi, abitanti dello stivale, siamo loro pari. Risultato? Centinaia di migliaia di morti; caccia al “negro” autorizzata perfino dai vari capi di governo; esecuzioni e atrocità sommarie e dulcis in fundo un enorme figura di merda con annesso rientro in patria a calci nel culo. Lo sapete che prima della Prima Guerra Mondiale dei contadini cinesi (tali boxer) si sono ribellati all’arrivo dei coloni di vari paesi, tra cui l’Italia, finendo per essere massacrati sommariamente perché qualcuno aveva deciso che voleva possedere dei terreni in Cina?

Gne gne gne…devono integrarsi!! Non starsene per conto loro!!! …gne gne gne…

Non vorrei tirare fuori i soliti discorsi sui nostri emigranti che hanno esportato la Mafia Made in Italy e creato veri e propri quartieri ghettizzati in altri paesi ma…si, lo abbiamo fatto. Sapete perché ogni volta che parlano di città come Roma o Milano nelle trasmissioni all’estero, c’è sempre in sottofondo la tarantella napoletana anche se non centra perché è musica storicamente nata nel meridione ? Vi dice niente Little Italy ? Vogliamo anche parlare di tutti quegli italiani che vivono all’estero, lavorando per multinazionali che sfruttano dei bambini come operai e che la sera se ne tornano nella loro bella villa, dove ad aspettarli c’è qualche bel minorenne? Purtroppo ho visto anche questo.

Gne gne gne…perché se vai nei loro paese a insultare il loro dio ti uccidono!!! …gne gne gne

Ci siete stati nei loro paesi, voi che fate della bestemmia gratuita e dell’odio verso la Chiesa Cattolica il vostro mantra quotidiano? Avete idea di cosa vuol dire credere in qualcosa che non siano 11 idioti che corrono dietro a un pallone ? Voi che magari vi incazzereste anche di brutto, se un immigrato bestemmiasse contro la nostra religione, perché “è a casa nostra e deve fare come diciamo noi”.

Gne gne gne…è colpa della loro religione!!! Le vergini! La Jihad! L’Islam!!! …gne gne gne 

Voi che scoprite l’uso del vocabolo religione solo quando volete farvi belli al baretto o con la nonna anziana per non darle dispiacere, avete mai letto la Bibbia ? Voi che siete passati dai tatuaggi trasferibili dei Power Rangers a farvi “sbattezzare” più per sembrare dei ribelli che per cognizione di causa, lo sapete che il primo Cristianesimo ha più cose in comune con l’Islam di oggi che con la Religione Cattolica che professiamo in Italia e nel mondo?

Gne gne gne…vengono qui e non rispettano le donne!!…gne gne gne

Perché? Tra noi maschietti non ci sono quelli che parlano solo di come “glielo butterebbero in c.lo a quella ragazzina”? Tutte quelle puttanate di pagine su Facebook tipo Roba da Maschi o Culi e Tette (o che so io) rispettano davvero le donne? Tutti voi che siete passati da “guarda che figa” a “merda che cagna” quando vedete un paio di natiche belle sode, vi meravigliate quando qualcuno con la pelle un po’ più scura delle vostra manca di rispetto alle “nostre donne”? Avete una vaga idea di cosa voglia dire rispetto? Non venitemi a dire che noi “scherziamo”, perché i fatti dimostrano il contrario.

Gne gne gne…dobbiamo chiudere le frontiere!!! …gne gne gne

Se chiudono le frontiere come farete poi a fare i vostri viaggi da backpackers hipster e a dirlo a tutti su Instragram? Non vi mancherà poi poter fotografare i vostri wurstel abbronzati, sulla riva di qualche bella spiaggia africana, a pochi chilometri dai villaggi dove Boko Haram ha massacrato della gente a colpi di machete? Non sentirete la nostalgia della bambina che vi siete scopati in Thailandia l’inverno scorso?

Gne gne gne…dobbiamo fare controlli a tappeto!! …gne gne gne

Certo, giusto. Ma sapete che i controlli a tappeto non si chiamano così perché vengono a vedere quanta polvere avete sotto i vostri tappeti di Ikea vero? Sapete che durante lo Stato d’Emergenza (come in Francia) è vietato fare manifestazioni e/o aggregazioni spontanee senza prima il consenso delle autorità (tra le altre cose)? Siete consci che potrebbero approvare leggi dittatoriali scavalcando il normale iter perché “siamo in Stato di Emergenza” e noi non potremmo farci niente?

Disperazione. Paura e rabbia. Queste sono le emozioni che esternate con i vostri commenti ed è legittimo, sappiatelo. Veder morire innocenti mentre si divertono non mi piace mai, a prescindere dal colore, paese, religione, ideologia e penso che sia normale che la maggior parte delle persone reagisca di istinto, invocando l’intervento di qualche capo di stato o della potenza occidentale di turno, per risolvere la situazione.
Spero che la rabbia e la frustrazione lascino il posto a degli esami di coscienza perché è vero che dite “di non aver paura” ma dimostrate esattamente il contrario e continuano a vincere loro.

La dietrologia che faccio la uso per spiegare che c’è un motivo per il quale accadono certe porcherie, non per giustificare l’assassino di turno, perché purtroppo le vittime restano vittime e colpe (in questo caso) non ne hanno. Il punto è che, secondo me, perdiamo troppo tempo a correre dietro a dei Pokemon immaginari e a credere a tutto quello che sentiamo (o leggiamo) senza porci alcuna domanda sulle conseguenze delle nostre azioni.
Tra ideologie diverse lo scontro è inevitabile e la “pace globale” come soluzione sarebbe meglio lasciarla agli hippie, ma credo esistano diverse tipologie di scontro e magari qualcuna di queste non comporta la morte di migliaia di innocenti, voi non pensate?

Ah, e poi forse dovremmo smetterla di frignare.

Gne gne gne

Tullio

Annunci

2 thoughts on “Brutta giornata

    1. Mah, guarda: premetto che non sono un grande esperto di geopolitica quindi mi limito solo nel dirti che a prescindere dal dove, tutte le morti di innocenti sono insensate. Poi, in questo specifico caso credo più sia una casualità che sia successo proprio a Nizza. Non è stato ancora provato che fosse un vero e proprio attentato, a me da più l’impressione che sia stato un orribile episodio come in Norvegia, ma mi affido a chi ha il compito di indagare. Perché la Francia? Può darsi che sia come dici tu. D’altronde lì, come in altri paesi europei convivono tantissime etnie da decenni e forse è terreno fertile per questo genere di atrocità.

      Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...